Assistenza sanitaria

L’ attività assistenziale dell’ l’IRCCS Centro Neurolesi “Bonino-Pulejo” si pone come obiettivo principale quello di garantire i servizi appropriati per la tutela, la cura e il recupero della salute, assicurando uniformità nell’accesso e nella erogazione delle prestazioni e dei servizi nel rispetto dei tre principi fondamentali del Sevizio Sanitario Nazionale: universalismo dell’assistenza, uguaglianza di accesso, solidarietà.

L’IRCCS è quindi in grado di garantire l’attività di riabilitazione per i codici di ricovero 75 – Neuro riabilitazione, 56 – Recupero e riabilitazione funzionale e 28 – Unità spinale in regime di ricovero sia ordinario che di Day-Hospital riabilitativo (come da GURS N. 29 del 17/07/2015) dato che presenta una dotazione attuale di 86 posti letto a ciclo continuo in fase di aumento a 155 (di cui 40 SUAP), oltre a 4 posti letto in Day-Hospital riabilitativo la cui attività è articolata in due turni, antimeridiano e pomeridiano, per un totale di 8 ricoveri giornalieri.

Sebbene la struttura possa ospitare pazienti affetti da ogni tipo di disabilità neurologica, l’utenza ricade specificatamente su soggetti con esiti gravi di traumi cranici e accidenti cerebrovascolari, post-acuti e post-comatosi e/o in stato vegetativo. In particolare, i pazienti ricoverati presso l’IRCCS Neurolesi si distinguono generalmente in:

  • Sub-intensivi, pazienti che provengono da strutture ospedaliere, dipartimenti o reparti di Rianimazione e Terapia Intensiva, in cui sia documentata radiologicamente la presenza di una lesione cerebrale tale da spiegare il deficit di coscienza e motorio, i quali però si presentano clinicamente stabili sotto i punti di vista emodinamico, cardiologico ed internistico, con respiro spontaneo e senza l’ausilio del ventilatore.
  • GCA, pazienti provenienti dal domicilio, RSA, strutture ospedaliere, dipartimenti o reparti non neurologici (internistici e/o riabilitative in premis), in cui sia accertata la presenza di una lesione a carico del Sistema Nervoso Centrale e/o Periferico tali da richiedere interventi di fisioterapia intensivi; le condizioni cliniche internistiche, metaboliche e generali del paziente devono permettere l’attuazione di un programma  terapeutico tale da garantire un recupero adeguato sul piano funzionale e di reinserimento.
  • SUAP, pazienti in stato di coma vegetativo o di minima coscienza da almeno 6 mesi dopo l’evento acuto che ha scatenato il deficit; in tali pazienti l’obiettivo primario è di affiancare al recupero della coscienza e del deficit motorio un trattamento rivolto a ridurre i deficit legati principalmente allo stato di cronicità ed allettamento che li contraddistingue.
  • Sub-acuti, pazienti provenienti da strutture ospedaliere, dipartimenti o reparti di Neurologia o Neurochirurgia in cui sia radiologicamente documentata la presenza di una lesione a carico del Sistema Nervoso Centrale di recente insorgenza (inferiore a 6 mesi); in tali soggetti il trattamento è finalizzato al più alto recupero motorio e funzionale della parte lesa, attraverso un programma più intensivo di fisio-chinesi-terapia.
  • Pazienti con lesione midollare conseguente a traumi spinali che comportano alterazioni di moto, sensibilità, funzioni vegetative e delle possibilità relazionali. L’attività di riabilitazione è finalizzata al recupero della massima autonomia e indipendenza della persona mielolesa, compatibilmente con il livello di lesione midollare e con le sue condizioni generali in pazienti con stato di coscienza compatibile con la realizzazione di un progetto riabilitativo partecipato.
  • Post-intensivi, pazienti che necessitano di attività di riabilitazione estensiva in regime di ricovero ospedaliero al fine di recuperare la disabilità in fase di stabilizzazione, modificabili, che richiedono un impegno diagnostico medico-specialistico ad indirizzo riabilitativo e terapeutico comprensivo di interventi multidisciplinari che implichino un elevato livello di tutela medico-infermieristica.

 

L’attività assistenziale è orientata sia alla gestione delle patologie ad alta complessità attraverso l’utilizzo di un approccio multidisciplinare ed il coinvolgimento di tutti gli operatori, sia alla definizione ed applicazione di modelli ed apposite procedure volte al miglioramento dei percorsi diagnostico terapeutici, integrando tutte le attività con la ricerca effettuata all’interno dell’Istituto.

L’attività di riabilitazione, svolta da personale specializzato nei settori della riabilitazione neuromotoria, logopedica, cognitiva, respiratoria e cardiologica, riguarda tutte le tradizionali patologie del sistema nervoso centrale o periferico (vascolari, degenerative, infiammatorie, autoimmuni, tumori benigni già trattati chirurgicamente, traumi cranici) e si realizza sia in regime di ricovero ordinario sia in regime ambulatoriale di Day-Hospital riabilitativo.

IRCCS CENTRO NEUROLESI BONINO PULEJO - STRADA STATALE 113 - C.DA CASAZZA - 98124 MESSINA (ME) - CF e PI 02733700831

Made with heart by DRTADV